A Sanremo è subito caos

Primo colpo di scena al Festival di Sanremo.

Due lavoratori disoccupati, arrampicatisi sui ponteggi del teatro Ariston, hanno minacciato di gettarsi nel vuoto.

“Legga la nostra lettera”, la richiesta a Fabio Fazio dei due campani, che poi non si sono buttati e quindi sono stati accontentati.

La lettera viene da Caserta, reclama diritti e dignità al lavoro per operai e per le loro famiglie. Il conduttore, dopo averla letta, ha detto: “La bellezza può aiutarci”.

”Sono lavoratori di Pompei, Napoli e Caserta – ha inoltre spiegato lo stesso Fazio quando, dopo alcuni momenti di grande concitazione, è tornata la calma – che reclamano il diritto alla loro dignità. Non c’è niente di più importante di questo”.

Il direttore di Rai1, Giancarlo Leone, ha poi incontrato i due uomini: ”Temevano che Fazio non avrebbe letto la loro lettera ma poi li abbiamo riaccompagnati in galleria ad ascoltare il conduttore ed erano commossi, avrebbero anche voluto ringraziare”.

Potrebbero interessarti anche...