L’Ariston contro Crozza

L’attesa è finita: il Festival di Sanremo 2013 è ufficialmente iniziato, con una prima serata in cui, come è accaduto spesso in passato, la musica e le canzoni in gara sono passate quasi in secondo piano.

A far discutere infatti è la mezz’ora concessa al comico Crozza, che ha ricevuto fischi e cori di disapprovazione (“Niente politica a Sanremo”) mentre imitava Berlusconi, tanto che Fazio è dovuto intervenire per calmare gli animi.

La serata si è aperta con un omaggio a Giuseppe Verdi e l’esecuzione del Va’ Pensiero (altra scelta che non ha convinto tutti), per poi proseguire con un’altra esibizione che farà discutere, quella di Toto Cutugno, sul palco per una nuova versione di “Italiano” cantata con l’ausilio del coro dell’Armata Rossa, il tutto prima di dire di rimpiangere l’Unione Sovietica.

Divertenti come c’era da aspettarsi gli interventi della co-presentatrice Luciana Littizzetto, che ha più volte scherzato sulla sua presenza al posto delle bellissime showgirl del passato, Belen compresa, e intrattenuto il pubblico tra una esibizione e l’altra scherzando con i cantanti e gli ospiti. In particolare, il martedì sera è stato animato da Felix Baumgartner, l’uomo volante che ha superato la barriera del suono, e personaggi che hanno vestito i panni degli annunciatori, come le sorelle Parodi e Flavia Pennetta, oltre ad altri sportivi come Tempesti e Ogbonna.

Parlando di musica, durante la prima serata si sono esibiti sette dei big in gara, da Marco Mengoni a Daniele Silvestri, passando per Simona Molinari, Maria Nazionali e Raphael Gualazzi. Grandi applausi però soprattutto per i Marta sui tubi e per Chiara, la vincitrice dell’ultimo X Factor, che ha chiuso la serata.

Potrebbero interessarti anche...