Prima serata: di tutto, di più

E’ successo di tutto nella prima serata del Festival di Sanremo 2014.

Dopo Beppe Grillo che, gridando slogan in giro per le strade della cittadina ligure, si era preso il proscenio per un’ora, due lavoratori precari, arrampicatisi sui ponteggi del teatro Ariston, hanno minacciato di gettarsi nel vuoto.

“Legga la nostra lettera”, la richiesta a Fabio Fazio dei due campani, che poi non si sono buttati e quindi sono stati accontentati.

”Sono lavoratori di Pompei, Napoli e Caserta – ha spiegato lo stesso conduttore quando, dopo alcuni momenti di grande concitazione, è tornata la calma – che reclamano il diritto alla loro dignità. Non c’è niente di più importante di questo”.

Si è poi proseguito come da programmi, con una toccante versione della Deandreiana “Creuza de ma” da parte di Ligabue e con la prima protagonista in gara, Arisa, seguita da Frankie Hi-Nrg.

Dopo un siparietto con la bellissima Laetitia Casta, è poi stata la volta di Antonella Ruggiero, della strana coppia formata da Raphael Gualazzi e Bloody Beetrots, di Cristiano De André e dei Perturbazione.

L’ultima ad esibirsi è stata quindi Giusy Ferreri, dopo però il super-ospite Cat Stevens, da tempo Yusuf Islam, che ha emozionato con la sua famosa “Father and Son”.

Potrebbero interessarti anche...