Sanremo 2017: tra i giovani trionfa Lele

Il più giovane artista del Festival è il re delle Nuove Proposte a Sanremo 2017. E’ questo il verdetto più importante della quarta serata: Lele, ovvero Raffaele Esposito, appena 18 anni, campano, ha trionfato nella categoria giovani con il suo brano “Ora Mai”.

Il ragazzo, che aveva partecipato ad Amici ed è fidanzato con la “big” Elodie, ha ringraziato Maria De Filippi dopo il trionfo: “Grazie alla mia famiglia, grazie anche a Maria e grazie anche a te Carlo: con Sanremo Giovani ci hai dato un’opportunità fuori dal comune”. Lele ha preceduto Maldestro, Francesco Guasti e Leonardo Lamacchia, gli altri tre finalisti.

Oltre alla proclamazione del vincitore delle Nuove Proposte, la serata si è svolta senza particolari scossoni. Marica Pellegrinelli, moglie di Eros Ramazzotti, ha incantato sul palco dell’Ariston nelle tre volte in cui è apparsa come valletta (sempre con un abito diverso).

Gli intermezzi comici sono stati affidati al pungente Maurizio Crozza (molto duro con Matteo Renzi) e all’attesa Virginia Raffaele, che ha interpretato una esilarante Sandra Milo (ma la figlia si è infuriata su Twitter: “Peccato quelle battute, nei panni di una signora di quasi 84 anni dichiarati, che è stata musa di Fellini”).

Tra gli ospiti Antonella Clerici, Luca Zingaretti, Robin Schulz e Giorgio Moroder, oltre a Gaetano Moscato, l’uomo che ha perso una gamba nell’attentato di Nizza del luglio scorso per salvare i nipoti. Conti ha riservato uno spazio anche al maestro Beppe Vessicchio, seduto in platea dopo tanti anni di Festival.

La gara: si sono esibiti tutti i 20 cantanti “big” rimasti in corsa, si qualificano per la finale Chiara, Clementino, Masini, Bernabei, Zarrillo, Elodie, Turci, Atzei, Sylvestre, Samuel, Bravi, Comello, Gabbani, Moro, Mannoia, Meta.

Eliminazioni eccellenti: Ferreri, Ron, Al Bano (fischi dell’Ariston), D’Alessio.

Potrebbero interessarti anche...